Gialli

Uccellino del paradiso

Uccellino del paradiso Titolo: Uccellino del paradiso
Traduttore: Joyce Carol Oates
Editore: G. Costigliola
Collana: Mondadori
Anno edizione: 2012
Pagine: 489 p.
EAN: 9788804615507

1983: un efferato delitto sconvolge la cittadina di Sparta, nella provincia americana. L’affascinante Zoe Kruller, cameriera in una gelateria e cantante di bluegrass che insegue la celebrità, viene brutalmente strangolata nella casa dove vive con un’amica dopo aver lasciato il marito, di origine pellerossa, e il figlio Aaron. I sospetti cadono sull’avvenente Eddy Diehl, che aveva una relazione con lei. E nell’ambiente torbido e soffocante di Sparta l’accusa mette in moto un meccanismo perverso che distruggerà il ménage familiare e la vita di quest’uomo. Testimone silenziosa della vicenda è Krista, la figlia di Eddy, profondamente legata al padre e convinta della sua innocenza. È lei a rievocare sul filo della memoria la figura paterna e gli anni trascorsi sotto il segno d’un terribile trauma. Ma la sua esistenza si intreccia anche con quella di Aaron, ragazzo difficile e problematico che reca nei tratti e nell’indole l’impronta del suo retaggio indiano. Accomunati dalla dolorosa perdita dei genitori che ha posto bruscamente fine alla loro infanzia, si ritroveranno coinvolti in un amore acerbo e inespresso, con il quale riusciranno a confrontarsi solo da adulti. “Uccellino del Paradiso” è un romanzo di formazione che combina sensualità e violenza, un racconto dove la tenerezza si intreccia indissolubilmente con la crudeltà. Ambientato nella regione settentrionale dello Stato di New York che è per la Oates un autentico “luogo dell’anima”.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s